AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Tutti gli elementi

12/08/2019

Festa di Maria Santissima del Ponte, giovedì 15 agosto anche il corteo del Senato civico


Festa di Maria Santissima del Ponte: giovedì 15 agosto
torna il tradizionale corteo del Senato civico

 
            Caltagirone si accinge a celebrare la festa di Maria Santissima del Ponte, compatrona della città, della cui apparizione ricorre quest’anno il 447esimo anniversario e il cui santuario sorge nell’omonimo quartiere. Si tratta di un appuntamento a cui i fedeli, guidati dal parroco Francesco Di Stefano, si preparano da giorni con la consueta devozione, e di cui da Palazzo dell’Aquila, sede del municipio, si sottolinea “il profondo radicamento fra i calatini”. La giornata – clou è quella di giovedì 15 agosto, con la solenne concelebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Calogero Peri (alle 19,30) e, a partire dalle 21, la processione dell’icona della Madonna (accompagnata dalle autorità religiose, civili, militari e politiche e dal tradizionale corteo del Senato civico) per le vie: Conceria, Cappuccini, piazza Innocenzo Marcinò, Grazia, San Giovanni Bosco, Discesa Palazzo di Giustizia, Luigi Sturzo, piazza Municipio (con l’atto di affidamento della città), Duomo, Roma, San Pietro, Acquanuova, San Luigi e, infine, il rientro in santuario.
 
L’evento fa parte integrante e significativa del programma dell’”Estate a Caltagirone 2019”.                                                               
La tradizione locale racconta che il 15 agosto 1572 la Vergine col Bambino sia apparsa nel povero rione del Ponte, nello specchio d’acqua di una fonte, appena fuori le mura della città. Secondo la stessa tradizione potevano vedere la Vergine coloro che erano in grazia di Dio o vi tornavano confessandosi. Un pittore presente ne fissò i tratti su una tela ancora oggi conservata nel santuario, costruito già un anno dopo l’evento per custodire la fonte e l’immagine dipinta.
 
La sacra icona è stata restaurata e benedetta da Papa Francesco il 26 giugno 2013 durante l’Udienza generale del mercoledì. I lavori di restauro, particolarmente complessi e delicati, hanno messo in luce aspetti sinora sconosciuti della tela e consentito di integrare meglio le conoscenze. Con la diagnostica con i raggi ultravioletti si è potuto, infatti, rilevare un intervento importante, effettuato attorno al 1740, con il quale è stata rifatta la mano della Madonna che tiene il Bambino e ruotata parzialmente la mano di quest’ultimo. La pulitura e rimozione dello sporco superficiale depositatosi e parzialmente inglobatosi nel corso del tempo sulla superficie dell’opera hanno riportato la tela all’antico splendore.
           
           
Caltagirone, 12 agosto 2019                                    
                                                                                             
UFFICIO STAMPA
Ufficio stampa: Mariano Messineo; Tel. 093341276 – 335/5327046
E – mail: ufficiostampacaltagirone@gmail.com