AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Tutti gli elementi

29/07/2020


Consiglio comunale, approvata mozione per l’introduzione, nelle scuole,
della figura dell’Assistente all’autonomia e alla comunicazione
per i diversamente abili. Prossima seduta stasera 29 luglio

 
              Convocato dal presidente Massimo Alparone, il Consiglio comunale tornerà a riunirsi, alle 20 di mercoledì 29 luglio, come di consueto nell’aula “Luigi Sturzo”, al secondo piano del palazzo municipale, per proseguire la trattazione degli argomenti all’ordine del giorno precedente, integrati da quelli inseriti nell’ordine del giorno aggiuntivo. Si tratta: dell’approvazione del verbale delle sedute precedenti; dell’approvazione delle aliquote Imu per il  2020 e delle determinazioni sull’acconto Imu 2020; della mozione presentata da 10 consiglieri (prima firmataria Valentina Messina) relativa all'integrazione del numero di ore riservate al servizio di assistenza igienico - sanitaria nelle scuole primarie e secondarie di primo grado di Caltagirone;  dell’interrogazione presentata da Aldo Grimaldi riguardante la regolamentazione del mercato del sabato; dell’interrogazione proposta da 4 consiglieri (primo firmatario Vincenzo Di Stefano) sul resoconto delle attività della commissione consultiva per approfondimenti contrattuali; dell’approvazione dell’aliquota dell’addizionale comunale Irpef anno 2020; del programma beni e servizi 2020-2021; del provvedimento riguardante l’individuazione dei soggetti ritenuti responsabili dei debiti esclusi dalla liquidazione; dell’applicazione dell’articolo 257 del Testo unico degli enti locali sui debiti non ammessi alla liquidazione; della ricognizione dei debiti non ammessi alla liquidazione; dell’interrogazione – primo firmatario Vincenzo Di Stefano – sulla mancata sottoscrizione, da parte del Comune di Caltagirone, del protocollo d’intesa firmato da 11 Comuni per la valorizzazione turistica del Sud-Est della Sicilia e del Val di Noto; dell’interrogazione di Valentina Messina sui servizi igienici pubblici; di tre interrogazioni di Piergiorgio Cappello, l’una “su come l’Amministrazione intende tutelare persone e animali dai rischi della processionaria”, l’altra sul crollo di via Lesina, la terza finalizzata a sapere “se l’Amministrazione ha presentato domanda per accedere ai fondi del Programma operativo nazionale per la scuola”.
           
Nell’ultima seduta l’assise ha approvato all’unanimità la mozione, proposta dai consiglieri di maggioranza – prima firmataria Valentina Messina -, così come integrata da due emendamenti dell’opposizione e accolti dalla maggioranza, per l’attivazione del servizio Asacom (Assistente all’autonomia e alla comunicazione) nelle scuole primarie e secondarie di primo grado di Caltagirone. Si tratta di una figura che svolge funzioni di supporto al processo di partecipazione, apprendimento e comunicazione, facilitando l’integrazione e le relazioni dello studente diversamente abile e operando in collaborazione con l’insegnante di sostegno e l’assistente igienico-sanitario. Nella mozione .si evidenzia che: “La mancata attivazione di questo servizio comporterebbe la privazione di un diritto costituzionalmente garantito ed è necessario dimostrare la giusta sensibilità nei confronti di famiglie che si trovano ad affrontare quotidianamente non poche difficoltà”. Pertanto col documento il Consiglio impegna il sindaco “a prevedere le somme necessarie per questo servizio nel bilancio 2020, ad avviarlo entro l’inizio dell’anno scolastico e a predisporre un apposito regolamento per disciplinare nel migliore dei modi l’erogazione del servizio e favorirne la fruizione da parte degli utenti”. Sull’argomento sono intervenuti la stessa Messina, che ha illustrato i contenuti della mozione, rilevandone “l’utilità per assicurare il benessere e l’integrazione di ogni alunno”, e altri consiglieri quali Cristina Navarra, Marco Failla, Piera Iudica, Gaetano Lo Nigro, Maria Di Costa, Simone Amato, Sergio Gruttadauria, Aldo Lo Bianco e Mario Polizzi. Tutti gli intervenuti si sono detti d’accordo sulla necessità che la figura in questione venga introdotta nelle scuole. Critiche si sono levate, da parte dell’opposizione (che ha parlato pure di “disabili abbandonati”) e pure di qualche consigliere di maggioranza, “sull’assenza dell’assessore al Welfare Mancuso, che non rende possibili – hanno detto - i dovuti approfondimenti su un tema così importante per tanti”. L’Amministrazione ha poi precisato che: “La Giunta parla con una sola voce, che è quella dell’unità, assicurata dalla partecipazione di qualunque assessore e, in particolare, di quello ai Rapporti col Consiglio, presente in aula; il resto è solo sterile polemica”.  
           
In apertura di seduta le comunicazioni di numerosi consiglieri avevano acceso i riflettori su una serie di problematiche: la presenza di una buca lungo il Ponte San Francesco e “il mancato corso dato alla mozione no Muos” (Andrea Bizzini); “la carenza vergognosa di medici e infermieri all’ospedale” (Aldo Lo Bianco); le manifestazioni in ricordo di Paolo Borsellino e degli agenti della scorta (Aldo Grimaldi, che ha auspicato, per il futuro, “un’unica iniziativa”); la necessità di interventi su un immobile fatiscente in zona ex Matrice (Maria Di Costa); il Social housing e “le criticità ad esso legate, col rischio di un danno erariale” (Cristina Navarra); lo “strano” spostamento di uno stallo per i disabili (Simone Amato); i buoni turistici “e le opportunità che possono scaturirne per il turismo nostrano” (Piergiorgio Cappello); la “liberazione” delle caditoie dall’asfalto che le ricopre (Sergio Gruttadauria); gli equivoci ingeneratisi con Sostauto sul consentito utilizzo del suolo pubblico, da parte di bar e ristoranti, anche dove si trovano gli stalli blu (Marco Failla), con il presidente Massimo Alparone che ha confermato come la “ratio” del provvedimento sia quella di sgravare i commercianti; la richiesta all’Amministrazione “di costituirsi parte civile nei processi di mafia” (Mario Polizzi). Ha risposto l’assessore ai Rapporti con il Consiglio Luca Di Stefano, che ha illustrato “le attività già in corso”, ribadito i contenuti del provvedimento pro-commercianti, e annunciato “l’adozione di ogni iniziativa possa rivelarsi utile alla soluzione delle problematiche in questione”.  
                             
 
Caltagirone, 29 luglio 2020

UFFICIO STAMPA
                                    
Mariano Messineo – Tel. 093341276 – 335/5327046
E-mail: ufficiostampacaltagirone@gmail.com