AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

AzioneTari 2018: pagamento in cinque rate “per agevolare i contribuenti” emessi gli avvisi, prima scadenza il 16 marzo 2018


Tutti gli elementi
Data 22/02/2018
Titolo Tari 2018: pagamento in cinque rate “per agevolare i contribuenti” emessi gli avvisi, prima scadenza il 16 marzo 2018
Testo
    Servizio Tributi

 


Tari 2018
Pagamento in cinque rate “per agevolare i contribuenti” emessi gli avvisi, prima scadenza il 16 marzo

 

Introdotta una novità per il 2018, (a seguito di due deliberazioni del Consiglio comunale del 27 luglio 2016 e della Giunta municipale del 14 giugno 2017)  nel versamento della Tassa sui rifiuti (Tari), “per agevolare le famiglie e le imprese locali nel pagamento e garantire al Comune entrate che permettano una gestione equilibrata degli impegni da assumere nell'interesse della collettività”  il versamento, che nel passato era articolato in tre rate, può adesso essere effettuato in cinque rate alle seguenti scadenze:

prima rata il 16 marzo 2018,
seconda rata il 16 maggio 2018,
terza il 16 luglio 2018,
quarta il 16 settembre 2018,
quinta rata il 16 novembre 2018.

 

In questo modo – sottolinea il sindaco Gino Ioppolo - i cittadini avranno un importo da versare dilazionato in più rate e quindi più ridotto, che inciderà meno sul bilancio familiare, e potranno così concorrere con meno difficoltà e maggiore efficacia al raggiungimento degli obiettivi di miglioramento dei servizi e di crescita della città, raggiungibili grazie al contributo di tutti. La nostra comunità è chiamata a una prova di grande senso di responsabilità”. In questi giorni i 16.662 contribuenti di Caltagirone stanno ricevendo l’avviso per il pagamento dell’acconto Tari 2018 con allegati quattro modelli F24 precompilati.

Il pagamento dell’acconto Tari 2018 è fissato in quattro rate: prima rata con scadenza 16 marzo; seconda rata con scadenza 16 maggio; terza  con scadenza 16 luglio; quarta con scadenza 16 settembre, con facoltà di effettuare il versamento in unica soluzione alla scadenza della prima rata (16 marzo), utilizzando i quattro modelli F24,senza alcun onere aggiuntivo. Le suddette rate sono calcolate in acconto dell’80% sulla base delle tariffe deliberate per l’anno 2017, in attesa dell’approvazione delle tariffe per il 2018.

Ad avvenuta approvazione delle tariffe Tari 2018, sarà inviato un successivo avviso di pagamento con annesso modello F24 precompilato per il versamento della quinta e ultima rata saldo/conguaglio con scadenza 16 novembre 2018, il cui importo sarà calcolato sulla base di quanto dovuto per la Tari 2018, dal quale saranno scomputati gli importi dovuti in acconto. La riduzione della Tari per la pratica del compostaggio domestico ai nuovi beneficiari sarà contabilizzata nell’avviso di pagamento a saldo/conguaglio Tari 2018. Il pagamento dovrà essere effettuato mediante gli allegati modelli F24 precompilati (non è consentito il pagamento con modalità diverse).                   

 

“Con queste nuove modalità di pagamento – afferma l’assessore alle Finanze Massimo Giaconia – intendiamo rendere più agevolare l’assolvimento del dovere civico riguardante la corresponsione dei tributi. Solo con un maggiore impegno dei contribuenti Caltagirone potrà raggiungere una situazione di equilibrio finanziario. Si fa appello – continua l’assessore - al senso di responsabilità e al senso civico dei cittadini che, attraverso il versamento di quanto dovuto alle scadenze stabilite, consentiranno all’Amministrazione di onorare al meglio i propri impegni economici, senza pertanto deludere le legittime aspettative di quanti lavorano per l’Ente”.