AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità
Ufficio Turistico Unificato
Ufficio Turistico Unificato



Museo - Teatro stabile dei pupi siciliani di Caltagirone

mostra-dei-pupi-siciliani

Scalinata di via Discesa Verdumai, 2-4
(alle spalle del Municipio) - Maps

Apertura museo e visione spettacoli per gruppi su prenotazione

Tel. +39 360 488761 - 335 3775504 (sig. Eugenio Piazza)

 

L’opera dei pupi è la rappresentazione del teatro di figura, tipica della Sicilia

 Il Museo-teatro stabile dei pupi siciliani di Caltagirone è stato inaugurato nel 1992 e offre una carrellata storica di oltre 120 pupi della scuola pupara catanese (i più antichi sono del 1918-20), insieme a cartelloni d’epoca, armature, costumi e scenari. l’Opera dei Pupi nasce nel 1918, quando don Giovanni Russo, mette su la sua compagnia, che durerà fino al 1989, anno della scomparsa di Gesualdo Pepe, che fino all’ultimo sarà regista, impresario, allestitore e soggettista del piccolo stabile.

pupi-siciliani caltagirone

 Il teatro ha per interpreti marionette alte circa un metro, che rievocano le epiche gesta cavalleresche dei Paladini di Carlomagno in lotta contro i Saraceni. Narra storie tratte dalla Chanson de Roland, dalla Gerusalemme liberata e dall'Orlando furioso. Vicende religiose legate alla Passione di Cristo e alla vita dei Santi, le imprese di Garibaldi e le storie dei briganti. 

 Le figure più note sono: Orlando, Rinaldo, Angelica, Gano di Maganza, i saracini (saraceni), Rodomonte, Mambrino, Ferraù, Agramante, Marsilio e Agricane. Dalla metà dell’800 l’opera dei pupi si diffuse in tutta l’isola, andando in scena in piccoli teatri o all’aperto nelle piazze. Le storie diventarono subito patrimonio popolare, i personaggi, i pupi, eroi portatori dei valori morali della civiltà europea, che veniva contrapposta a quella islamica, rappresentando così lo scontro di cui la Sicilia fu teatro.