AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Tutti gli elementi

18/02/2021


Tre “sporcaccioni” sorpresi dalle telecamere e sanzionati (600 euro)
dalla Polizia municipale. Intanto verso la conclusione i lavori per il definitivo completamento del Centro comunale di raccolta dei rifiuti


 
            Tre  “sporcaccioni” (un uomo e due donne) sono stati “immortalati” dalle telecamere mentre abbandonavano rifiuti di vario tipo in diversi angoli della città, in particolare nello spazio antistante la Chiesa di San Bonaventura e in via Circonvallazione di Ponente, nel tratto sottostante la via Guerrera (quartiere San Giacomo). A loro carico la Polizia municipale ha elevato sanzioni pari a 600 euro ciascuno, sperando che ciò costituisca un serio deterrente rispetto ad analoghi comportamenti. Sono in corso accertamenti, da parte degli stessi vigili urbani, per risalire all’identità degli autori di altre, analoghe violazioni. Si tratta dei risultati dell’attività promossa dall’Amministrazione comunale per “vegliare” sugli spazi che presentano maggiori criticità per la formazione di cumuli di rifiuti abbandonati e “per <punire> quanti, con il loro deprecabile comportamento, pur costituendo una minoranza rispetto ai tanti cittadini rispettosi delle regole, attentano al decoro della città, riducendo la portata dei buoni risultati comunque raggiunti in tema di raccolta differenziata”.                                                                                                             

Intanto, proseguono come da programma i lavori per il definitivo completamento del Centro comunale di raccolta (Ccr) a servizio della raccolta differenziata, che sta sorgendo nell’area, di circa duemila metri quadrati, compresa tra le vie Duca di Camastra e Monsignor Mario Sturzo. Gli interventi, finanziati dall’assessorato regionale dell’Energia con 1.095.000,00 euro, a cui si è aggiunto un cofinanziamento comunale di poco meno di 100mila euro, si sostanziano in: un muro di recinzione attorno all’area, 14 stalli in cui conferire le diverse tipologie di rifiuto e altrettanti scarrabili coperti, carrelli coperti e una postazione centrale per il deposito del rifiuto dopo la sua pesatura preceduta dalla presentazione della tessera sanitaria, in modo che i dati relativi al quantitativo di materiale conferito siano raccolti attraverso un apposito software e trasmessi agli uffici per il computo delle premialità da assegnare ai cittadini “virtuosi”. I lavori in corso si traducono altresì nella pavimentazione in asfalto dello spazio e nella realizzazione di un sistema di depurazione delle acque del piazzale. Inoltre il Centro sarà videosorvegliato. La conclusione è prevista entro i primi di marzo.                                                                                                                      “Si accinge a giungere a compimento un progetto atteso da diversi anni e al quale abbiamo fruttuosamente lavorato – afferma l’assessore alle Politiche ecologiche Francesco Caristia – Esso contribuirà all’innalzamento delle già ragguardevoli percentuali di differenziata e all’avvio di percorsi incentivanti per i cittadini che depositino i rifiuti in maniera corretta”. “Il Ccr – sottolinea il sindaco Gino Ioppolo – disporrà pure di un sistema elettronico per la pesatura dei rifiuti, che comporterà un risparmio sulla tariffa del singolo conferitore, introducendo meccanismi che consentano il riconoscimento dei comportamenti diligenti e responsabili”.
 
Caltagirone, 18 febbraio 2021
                      
UFFICIO STAMPA

Ufficio stampa: Mariano Messineo; Tel. 093341276 – 339/2785639
E – mail: ufficiostampacaltagirone@gmail.com