REGIONE SICILIANA

Città di Caltagirone



 

Tutti gli elementi

11/11/2021


Operazione Husky e “Percorso per il ricordo e la pace” al centro dell’incontro
in municipio. Presentato concorso per le scuole. L’assessore Fiorito: “Caltagirone si candida
a ospitare eventi nel segno della memoria e dell’affermazione del grande valore della pace”


 
“Siamo pronti a collaborare, in piena sinergia con quanti fanno già parte del progetto, dando il nostro contributo e candidando Caltagirone a essere la possibile sede di manifestazioni che rafforzino le azioni comuni messe in campo e, affermando con forza il grande valore della pace, riconoscano ad esse centralità”. E’ quanto dichiarato dall’assessore alla Legalità e alla Sicurezza, Giuseppe Fiorito, nel corso dell’incontro al municipio con il Generale di Divisione Maurizio Angelo Scardino, comandante dell’Esercito in Sicilia, con il colonnello canadese Steve Gregory, la docente Rosalba Scifo e lo storico Alfio Caruso, del team Wrap (the Walk for remembrance and peace – Il Percorso per il ricordo e la pace). Un incontro che, al pari delle attività che vi sono sottese, è stato ispirato, come ha sottolineato il generale Scardino, “dalla rispettosa memoria per il sacrificio di coloro che combatterono e morirono per la libertà e la pace”. Concetti, questi, ribaditi da Gregory, che ha insistito sull’importanza del coinvolgimento delle giovani generazioni. Caruso ha evidenziato “le prospettive connesse alla valorizzazione del turismo bellico che valorizzi l’identità siciliana”. 
Al centro delle riflessioni proprio il “Percorso per il ricordo e la pace”, l’iniziativa di un gruppo di cittadini il cui obiettivo, senza scopo di lucro, è quello di riunire uomini e donne di tutte le nazionalità e creare un tragitto reale attraverso i principali campi di battaglia della Sicilia, con l’obiettivo di ricordare il sacrificio di coloro che persero la vita.
Il percorso, di circa 325 chilometri, attraversa la Sicilia da Pachino ad Adrano, seguendo fedelmente quello che le truppe canadesi fecero nell’estate 1943 durante l’operazione Husky in Sicilia. Il cammino collega 21 cittadine (Pachino, Ispica, Modica, Ragusa, Giarratana, Vizzini, Grammichele, Caltagirone, San Michele di Ganzaria, Mirabella Imbaccari, Piazza Armerina, Valguarnera Caropepe, Enna, Leonforte,  Assoro, Nissoria, Agira, Regalbuto, Catenanuova, Centuripe e Adrano) immerse nel paesaggio dell’entroterra siciliano e si snoda in sicurezza attraverso strade secondarie, sentieri e tracciati di vecchie ferrovie. L’itinerario può essere compiuto, tutto o in parte, in qualunque periodo dell’anno, da singole persone o da gruppi, a piedi o in bicicletta o con altri mezzi di trasporto. Alcuni dei presenti alla riunione in municipio erano poco prima intervenuti, nell’istituto “Secusio” (una delle due scuole di Caltagirone, l’altra è il “Maiorana”, che vi hanno partecipato) alla cerimonia di consegna dei premi in occasione del concorso “Dall’Operazione Husky ad oggi. Il percorso per la pace, la sicurezza e la prosperità”. L’iniziativa, avviata dallo Stato Maggiore della Difesa e dall’Ufficio Scolastico per la Regione Sicilia in collaborazione con il Comando Militare dell’Esercito in Sicilia, l’associazione “Operation Husky”, le istituzioni militari canadesi e le realtà scolastiche e amministrative, quest’anno, come spiegato anche durante la riunione in municipio, coinvolgerà tutte le scuole superiori dell’Isola (300 circa) e le scuole militari di tutti i Paesi Ue e Nato. Pure quest’anno il concorso (si partecipa o con un video, o con un saggio) verterà sui temi della pace e sulla mission delle forze armate nel perseguimento della pace. Le scuole interessate possono rivolgersi, per le informazioni del caso, al Comando militare dell’Esercito in Sicilia (cmesicilia@gmail.com).  
 
Caltagirone, 11 novembre 2021

UFFICIO STAMPA

   Mariano Messineo – Tel. 093341276 – 3392785639
        E-mail: ufficiostampacaltagirone@gmail.com