REGIONE SICILIANA

Città di Caltagirone



 
Mausoleo  Don Luigi Sturzo

Apertura tutti i giorni ore 10,30 - 13,00 - 15,30 - 18,00

Nel periodo natalizio: orario continuato

Don Luigi Sturzo illustre figlio di questa città, nato a Caltagirone il 26 novembre 1871 e morto a Roma l'8 agosto 1959, dopo una vita intensamente vissuta a servizio di Dio e degli uomini, rimase sepolto al Cimitero del Verano (Roma) fino al 1962 quando la sua salma fu traslata con particolare solennità a Caltagirone nel "Mausoleo" costruito all'interno della Chiesa del SS. Salvatore, dove nel 1894 era stato ordinato sacerdote ed aveva celebrato la sua prima messa.

Il Mausoleo venne realizzato nel 1962 dal Governo Italiano per iniziativa di Mario Scelba, Ministro degli Interni, su progetto dell'arch. Ugo Tarchi di Roma. Le sculture sono invece, opera di Francesco Nagni.

Al sarcofago in marmo giallo di Siena fa da coperchio una sobria scultura di L. Sturzo, sereno in volto nella pace del giusto.
 

Sulla parete frontale del sarcofago le figure in bronzo rappresentano la Religione, la Patria, la Libertà e il Popolo, certo allusive all'essenza etico-sociale del pensiero dello statista.
 

Sulla parete di fondo troneggia la Vergine Assunta, alla quale fanno corona sei angeli, che simboleggiano la Musica, la Letteratura, la Verità, la Fede, la Giustizia e la Carità, arti che nella sua lunga vita don Sturzo esercitò con spirito eletto.
A destra vi è una lampada votiva offerta dalla DC con scritto in latino "A colui che amò ardentemente la Libertà e la Patria, splenda luminosa la luce del riposo eterno". Il candelabro in onice raffigura San Giacomo Patrono di Caltagirone, Maria Madre di Dio, cui Sturzo fu particolarmente devoto, San Giuliano, titolare della Cattedrale calatina e San Francesco d'Assisi Patrono d'Italia.

Sulla parete opposta, all'ingresso al sepolcro, un pannello in ceramica con simboli eucaristici, opera di A. Ragona, G. Nicoletti e N. Porcelli su disegno di E. Fegarotti. Sull'ingresso al mausoleo, lo stemma nobiliare degli Sturzo d'Altrobrando.

All' interno del mauseoleo è possibile visitare anche il "Presepe animato in terracotta" 

esposizione permanente - realizzato dal maestro artigiano Salvatore Milazzo
 

per maggiori info clicca qui